Gli azzurri della vela al CPO Acqua Acetosa per i test, Tita: “Parigi 2024? Il tempo stringe”

Nella giornata odierna i tecnici dell’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI hanno sottoposto gli azzurri di vela delle squadre di Nacra 17, 49er e 49er FX ad un test a carichi crescenti per verificare lo stato di condizione registrando per ogni aumento di intensità lattato, frequenza cardiaca e percezione dello sforzo.

I test si inseriscono nella programmazione annuale che l’Istituto, in accordo con il direttore tecnico della Federazione Italiana Vela Michele Marchesini, ha predisposto per gli atleti delle classi olimpiche al fine di valutarne le condizioni metaboliche. I risultati dei test forniscono un importante strumento per la preparazione atletica permettendo di calibrare carichi e tipo di allenamento alle specifiche di ogni singolo atleta. 

Test vela CPO Roma 

Questi gli azzurri presenti al Centro di Preparazione Olimpica assieme al preparatore fisico federale Luca Parisi: Caterina Banti, Vittorio Bissaro, Giulio Calabrò, Lorenzo Chistè, Uberto Crivelli, Stefano Dezulian, Simone Ferrarese, Maelle Frascari, Sofia Giunchiglia, Margherita Porro, Giulia Schio, Silvia Speri, Alexandra Stalder, Ruggero Tita e Gianluigi Ugolini.

Carico e concentrato Ruggero Tita, campione olimpico, mondiale ed europeo in carica di Nacra 17 con Caterina Banti: “Sono test fondamentali per noi e per i nostri preparatori. Ci permettono di ricevere indicazioni utili in ottica preparazione invernale e in vista della prossima stagione. Gli allenamenti che svolgiamo in questo periodo in acqua e a secco sono determinanti per il 2023”. Il pensiero è già alla prossima Olimpiade: “Abbiamo vissuto uno splendido 2022, speriamo di ripeterci nel nuovo anno. I Giochi Olimpici di Parigi 2024? Già quando eravamo a Tokyo sembrava che mancasse veramente poco. E in effetti è così. Nel 2023 avremo la qualifica olimpica: stiamo già preparando e testando i materiali, a breve metteremo in acqua una barca nuova che speriamo sarà quella definitiva. Il tempo stringe”.

Entusiasta anche Gianluigi Ugolini, argento mondiale con Maria Giubilei sempre nel Nacra 17: “È importante per noi poter valutare il lavoro fatto la scorsa stagione e stabilire come prepararci alla prossima. Nel 2023 vogliamo fare passi avanti ed avvicinarci ai migliori: il movimento della vela è in grande salute, speriamo di continuare così”.